Back to top
Messaggio anonimo lasciato sul parabrezza dell'auto dell'infermiera Camille Ruiz, Valence, Francia, fine di marzo 2020

Pure come eroi o santi, gli operatori sanitari sono anche stati oggetto di paura e sfiducia. In diversi paesi europei, i media hanno segnalato atti di discriminazione o aggressioni nei confronti del personale medico, ad esempio da parte di vicini che temevano di essere contagiati. Fortunatamente, questi atti sono stati spesso controbilanciati da testimonianze di sostegno e solidarietà.

Donato alla Casa della storia europea, Bruxelles.